Su di me ...

Ciao a tutti e benvenuti nel mio blog di cucina!
Ho pensato a lungo a questa pagina senza mai realizzarla prima di oggi, a due anni di distanza dall'apertura di questo mio spazio personale. Poi un giorno mi contattano dalla redazione di un blog e mi fanno un'intervista (pubblicata il 17.09.13) per poi indicarmi come blogger del giorno. L'intervista mi è piaciuta talmente da metterla qui, nella mia descrizione, o almeno all'inizio, poi andrò a scrivere altre cose con il tempo.
Intanto grazie mille per essere passati e ... buone Golosità Vegane! ^_*

Cosa ti ha spinto ad aprire il tuo blog?
Inizialmente volevo avere uno spazio tutto per me dove mettere le mie ricette con tanto di foto (quando voglio rifare una mia ricetta vado proprio sul mio blog per le dosi precise), era lo strumento migliore per tenere il mio ricettario personale e condividerlo con gli altri per poter dare delle idee su alimenti sani e gustosi senza dover fare del male a nessuna creatura senziente. L'idea che altri potessero provare le mie ricette e averne dei benefici mi incoraggiava a migliorarmi e cercare delle ricette che potessero essere anche equilibrate dal punto di vista dei nutrienti e spiegate in modo da poter essere riprodotte.

Come è cominciata la tua storia d'amore con la cucina vegana?
Ho sempre amato cucinare ma da vegetariana (lo sono stata per una ventina d'anni) mangiavo male, un po' perché non ero molto cosciente di ciò che mangiavo, un po' perché spesso mangiavo fuori casa e seguivo troppo spesso il gusto a discapito della salute. La cucina vegana dal punto di vista mentale è tutta un'altra cosa: ci si deve abituare a ritmi, alimenti e combinazioni diverse dal "normale" ma non perché la cucina vegan è strana, piuttosto perché siamo abituati male, mangiare tanto anche se abbiamo consumato poco, mangiare anche quando non abbiamo fame solo perché è ora di pranzo o di cena, andare in panico se dici "senza" (certe persone non riescono a concepire cibi solo vegetali) o pensare a come sostituire quello o quell'altro ... invece non si tratta di sostituire, si tratta di creare con i cibi vegetali. Anch'io all'inizio la pensavo così e per questo è nata la mia voglia di capire, conoscere, studiare alimenti, abbinamenti, proprietà ed ho scoperto tantissimi cibi che prima non mangiavo, ho imparato a trovare il giusto equilibrio, a dosare i nutrienti, ad usare le spezie, ho depurato il mio corpo ed il mio palato ed ora riscopro i veri gusti dei cibi.

Quali sono le tue fonti d'ispirazione in cucina?
Come cuoche tutte le mie amiche vegane e le vegan-blogger, italiane e straniere, anche se poi, essendo una creativa, appena vedo un alimento penso subito a come vorrei trasformarlo e faccio delle prove. Ma anche le ricette della tradizione, per prime quelle della mamma, che mi piace veganizzare.

Qual è la ricetta che rappresenta al meglio la cucina vegana?
Wow, bella domanda ... direi che ce ne sono troppe che potrebbero ricoprire al meglio questo incarico, per esempio tante vengono dalla tradizione italiana, le famose ricette della dieta mediterranea come pasta aglio olio e peperoncino, peperonata, polpette di melanzane, rucola e pomodorini altre vengono invece da "nuovi" sapori come seitan o tofu, altre ancora dall'utilizzo creativo di alimenti base come i formaggi di frutta secca. Non saprei veramente cosa scegliere ...

Hai pubblicato la ricetta del Li.co.li. sul tuo blog: è difficile realizzarlo o alla portata di tutti? Un consiglio per chi lo realizza per la prima volta?
A me è riuscito al primo colpo e lo trovo veramente formidabile! Credo sia semplice a farlo, anche se io ho studiato molto prima di cimentarmi e sono partita dalla farina manitoba, prima di escluderla completamente dalle mie dispense, sostituendola con la farina 2 o semi integrale. Come consiglio dico di non fermarvi se non vi riesce la prima volta ed eventualmente, se non cresce nei tempi indicati, provate con un pochino di zucchero (di canna integrale), che aiuta la crescita dei lieviti.

Qual è l'utensile culinario o l'ingrediente dal quale non ti separeresti mai?
In cucina gli attrezzi per cucinare sono diversi, anche se non serve prendere cose costose o particolari per fare un buon lavoro. Il primo utensile indispensabile è un buon coltello, senza quello tutto diventa più difficile.

Qual è la più bella esperienza che hai fatto grazie al tuo blog?
Da quando ho il blog ho scoperto tante persone, blog, idee, mi sono arricchita molto e sono cresciuta come cuoca e come persona, e già questo potrebbe rispondere alla domanda. Voglio comunque aggiungere l'esperienza della radio, le puntate radiofoniche su Radio Capodistria, dove racconto una ricetta e do alcuni consigli, un'esperienza meravigliosa.

Qual è stata la tua più grande sfida culinaria?
Una cena organizzata da una mia cara amica vegetariana che voleva dimostrare ai suoi colleghi / capi, che mangiare bene e vegan si può. Abbiamo organizzato insieme il menù, i piatti, la tavola, l'impiattamento, l'abbinamento dei vini, tutto. La cosa che più mi ha gratificato è che a tavola sedeva un critico gastronomico di una testata giornalistica nazionale e che mi ha fatto dei gran complimenti su tutti i piatti ed in particolare definendo "di alta cucina" la mia Vellutata di funghi con polpette di funghi e soia.

Per te cucinare è …
Passione, mettermi in discussione, creare, realizzare un'idea, gioia.

Un'ultima parola o un messaggio per i nostri lettori?
Avvicinatevi alla cucina vegan, non mangiamo solo erbetta, ci facciamo dei lauti pasti, variamo sempre gli alimenti, cerchiamo equilibrio dei nutrienti e ci prendiamo cura del nostro corpo. Cucinare solo con i vegetali è gustoso, divertente, creativo e salutare e soprattutto rispetta la vita di creature senzienti che hanno lo stesso diritto di vivere che abbiamo noi, che amano e soffrono quanto noi e che non meritano di finire sui nostri piatti solo per soddisfare il nostro palato. ;)



16 commenti:

  1. Ciao Ale! :) Complimenti per il tuo blog e le idee che condividi con noi! :)

    RispondiElimina
  2. Giuliana Ciacchi21 dicembre 2013 22:16

    Mio marito ed io viviamo in barca tutto l'anno.Ok per verdure e cereali,ma un pescetto ogni tanto,disturba??
    Grazie per il tuo impegno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, grazie, in effetti cerco di metterne molto perché ci credo.
      Per il pesce ... beh dipende sempre dai tuoi valori e da cosa reputi importante: se per te la vita di quel pescetto è rispettabile quanto le altre allora non ti poni neanche il problema e non lo fai. Sai per me non è una questione di uno ogni tanto ma farlo o non farlo ... ma poi cmq ognuno deve vivere con la propria coscienza e rispondere a se stesso di questo. ^_*

      Elimina
  3. Wow, che bel blog!
    Complimenti, trovo che i vegani hannouna marcia in più!
    Ora andrò a farmi ispirare da qualche ricettina.

    Grazie per metterci a disposizione la tua esperienza

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta, grazie mille, sei molto gentile! Spero sempre di poter dare qualcosa e, non lo nego, di convincere che veg si può, così magari qualcuno passa a veg ^_*
      E se provi le mie ricette manda le foto ^_^

      Elimina
  4. Bello il tuo blog! Tante belle ricette scoperte per caso.....
    Ti seguirò con piacere.
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena,
      grazie mille, scusa ma vedo solo ora questo tuo messaggio, un abbraccio.
      Ale

      Elimina
  5. Ciao Ale, è un po' che ti seguo e che inconsapevolmente sei parte integrante dei miei piatti e dei miei pensieri....culinari :-))))))
    le ricette e le idee che condividi sono davvero preziosissime per chi, come me, sta sperimentando questa meravigliosa dimensione di profumi, aromi, sapori.....assolutamente sconosciuta e affascinante. Mi sono cimentata con diversi tuoi piatti, pane, sofficini veg, "frittate", polpettine di vario genere, zuppe...divertendomi da matti e allo stesso tempo ampliando incredibilmente il mio bagaglio culinario abbastanza ancorato a ricette più tradizionali.
    Cinque mesi fa non conoscevo neanche la metà degli ingredienti che impieghi nelle tue preparazioni: per quanto mi riguarda il miso poteva tranquillamente essere il nome di un antico gorilla australiano!!!! Oggi, questo antico gorilla :-))))) è parte integrante delle pietanze che porto in tavola, unitamente a lievito in scaglie, gommasio, alghe di vario genere....insomma un bel passo in avanti! Costato fatica e graaaaaandi sperimentazioni da cui però ho ricevuto anche molta gratificazione: vedere il miei pargoli (marito incluso :-), giudici spietati, spazzolare tutto polverizzando anche i piatti...ha definitivamente sancito il mio trionfo....:-)))). Un'immagine forse un po' troppo auto-celebrativa... ma chi conosce bene i bambini sa quanta fatica costi modificare le loro abitudini per cui alla fine...ci sta tutta ;-)!!!!
    In settimana mi cimentero' con i Licoli....mi sento pronta...dopo mesi di spadellamento compulsivo è giunto il momento!!! Speriamo in bene :-)
    Allora....a presto...
    Manuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manuela ciao, che bello sapere di averti ispirata, sono molto felice di esserti stata utile e ti ringrazio molto per i complimenti e per avermi lasciato un messaggio ... mi fai arrossire!
      Mi piace che ti sei lanciata nella sperimentazione, secondo me fa bene provare, sperimentare, cucinare, creare ... sviluppa la creatività e tenere le mani "in pasta" scarica anche dalle tensioni, vero? E poi quante soddisfazioni ... soprattutto con i bimbi, hai perfettamente ragione, io ne so qualcosa con mio nipote ... ^_^
      Quando provi il licoli tienimi aggiornata e se ti serve supporto non esitare a scrivermi.
      E se ti va manda qualche foto delle ricette (quelle che hai provato tra le mie oppure anche le tue ^_* ).
      Un abbraccio

      Elimina
  6. Ale!!!!! Grazie del supporto, se avrò difficoltà stai pur certa che approfittero' della tua disponibilità :-).
    In effetti ho collezionato diverse ricettine tra esperimenti e occhiate sul web....alcune validissime ;-)! I miei piccini ormai non sanno cosa aspettarsi quando si siedono a tavola ih ih ih...
    Tuttavia sono pronta per il veg.... ma non per Facebook. .. odio la giungla del social!!!! Magari la tentazione di inviarti e condividere qualche ricettina chissà mai che non mi convinca....forse prima o poi cedero'....
    Buona cucina Ale!!!!!
    Oggi ho sfornato il tuo pane fatto utilizzando la farina integrale e i semi di sesamo....profumo inebriante per tutta casa....goduriaaaaa!!!! Te l'ho detto che sei spesso presente da queste parti, per questa ragione ti scrivo con tanta familiarità ;-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora quando ti sentirai pronta condividerò anche qualche tua ricettina!
      Sono felice che il pane ti sia piaciuto, è uno dei miei fiori all'occhiello da quando uso il licoli, lo adoro e adoro fare il pane con questo lievito.
      Grazie ancora! ^_*

      Elimina
  7. ciao Ale, ti seguo su FB ma non ero mai capitata sul tuo blog. Oggi finalmente ci ho fatto un giro ed è molto bello, con ricette davvero invitanti. complimenti! Ti seguirò anche qui, molto volentieri. Anche io ho un blog di cucina vegan e crudista "La Taverna degli Arna", se ti va di farci un giro, mi fa piacere. A presto
    Marzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marzia, grazie per essere passata, mi fa molto piacere! Io ti seguo su FB, vedo sempre le tue bellissime e buonissime ricette ^_^

      Elimina
  8. Grazie per il tuo blog. Le ricette sono bellissime.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Silvia per esserci, è la vostra presenza che mi sprona a pubblicare ricette, un abbraccio ^_*

      Elimina

La tua opinione è importante per me ed i tuoi commenti mi aiutano a migliorare, grazie per il tempo che mi dedichi.
Se commenti con Anonimo è gradito il nome, mi piace sapere con chi parlo! ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...